• ALLE PROTESTE DEGLI STUDENTI CILENI CONTRO L’AUMENTO DEL BIGLIETTO DELLA METRO IL GOVERNO RISPONDE CON IL COPRIFUOCO E PANZER E MILITARI NELLE STRADE 👇🏾leggi la traduzione fatta dalla Rete della Conoscenza Milano del comunicato della confederazione universitaria degli studenti cileni👇🏾 In Cile ormai è dal 14 di ottobre che gli studenti medi, aggiungendosi successivamente quelli universitari e…

    Read more
  • Pubblichiamo la traduzione italiana dell’appello diffuso da numerosi comitati di Fridays for Future di diversi Paesi, contro la guerra in Siria e in supporto della resistenza dei popoli del Rojava. In fondo all’articolo terremo aggiornate le sottoscrizioni dei comitati. Statement in solidarity with Rojava Noi, come gruppi di Fridays For Future, condanniamo l’attacco dell’esercito turco…

    Read more
  • Come studenti e studentesse, condividiamo pianamente l’appello dell’università del Rojava e di Kobane contro lo scempio disumano che si riversando sulla popolazione curda. Contattaci per attivarti nella tua città in solidarietà alla popolazione del Rojava!

    Read more
  • Riprendiamo qui una nota degli Studenti di Sinistra e dei collettivi dell’Università di Firenze su quanto sta succedendo nel Rojava COSA STA SUCCEDENDO IN SIRIA DEL NORD Dal 2011 la Siria è sconvolta da una guerra civile che ha visto forze di diversi schieramenti opporsi al regime del partito Ba’ath e del clan Assad. Le…

    Read more
  • 80 assemblee territoriali si sono riunite nella seconda assemblea nazionale di Fridays for Future Italia! Usciamo da questa assemblea nazionale con la consapevolezza di essere in grado, insieme, di cambiare il sistema. Non siamo disposti ad arrenderci, noi siamo la resistenza, il 29 novembre torniamo in piazza!

    Read more
  • La rivendicazione di una transizione ecologica del sistema economico e sociale è incompatibile con le politiche di austerità così come un modello di frammentazione e disuguaglianza dei diritti tra i cittadini europei. La giustizia climatica rivendicata dal movimento può connettere le mobilitazioni di studenti e lavoratori, per arrivare ad un progetto politico dal basso di futuro alternativo al neoliberismo. Per cambiare il sistema e fermare il cambiamento climatico, abbiamo bisogno di una idea di futuro condivisa che attraversi le lotte dentro i luoghi della formazione, dove si immagina e progetta lo sviluppo economico e culturale, ma anche dentro i luoghi di lavoro in cui si produce concretamente la realtà in cui viviamo. 

    Read more
  • Il mondo intero si trova al bivio: possiamo mantenere un sistema economico e sociale che ci sta portando verso l’estinzione, oppure possiamo immaginare e realizzare una società che difenda la vita e i diritti di tutte e tutti. Questo è il grande allarme che il movimento globale di Fridays for Future ha imposto nel dibattito…

    Read more
  • Gli ultimi due rapporti dell’IPCC dell’ONU e la mobilitazione di Fridays for Future hanno rilanciato l’allarme sulla catastrofe climatica a cui andiamo incontro, ma le scelte delle classi politiche mondiali sono tutt’altro che adeguate a salvare il nostro futuro. L’obiettivo dell’UE al 2030 consiste nella riduzione del 40% di emissioni climalteranti – obiettivo insufficiente –…

    Read more
  • Gli studenti prendono parola sul programma del nuovo governo: serve un green new deal, che significa giustizia e innovazione. La comunità scientifica mondiale ha confermato che il cambiamento climatico deve essere arrestato entro 11 anni, altrimenti andremo incontro a effetti devastanti. Spesso le multinazionali ed i Governi responsabili del disastro climatico rispondono a questi allarmi presentando piccole iniziative per la riduzione delle emissioni. Tuttavia la crisi ecologica richiede un cambio di sistema complessivo, sia nel modello di sviluppo che nella garanzia della giustizia sociale. 

    Read more
  • Dopo sette anni di recessione ininterrotta tra il 2008 e il 2014 l’economia delle regioni meridionali, malgrado quest’ultimo triennio di crescita consolidata, sconta ancora un forte ritardo, non solo dal resto d’Europa, ma anche dal resto del Paese. Siamo ancora dinanzi ad una grave crisi economica, sociale e democratica al centro della quale riscontriamo un…

    Read more