[Cava Dei Tirreni] Il nostro NO costituente apre spazi in città!

0 Flares 0 Flares ×
Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

14164002_1299377990075017_1090197538_o

La continua corsa italiana agli ‘standard europei’ ha contribuito all’impoverimento del Paese e ad un sempre più evidente accentramento del potere in mano a pochi eliminando, quasi totalmente, la “sovranità popolare” sancita dall’art.1 della nostra Carta Costituzionale. In uno scenario in cui l’astensionismo, la crisi di partecipazione e la diffidenza nei confronti della classe politica sono sempre più crescenti, noi studentesse e studenti cavesi crediamo sia indispensabile riprenderci il nostro spazio, riqualificando e ampliando il protagonismo popolare. Dopo continui tagli all’istruzione, la possibilità di esprimerci e di far nascere nei soggetti in formazione coscienza critica è stata del tutto annullata, impedendo la reale formazione di noi studenti. A questo spaventoso immaginario si collega Riforma costituzionale Renzi-Boschi, la quale continuerà a dimezzare la decisionalità dei cittadini italiani, eliminando l’elezione diretta dei senatori e aumentando il numero utile di firme per presentare la legge di iniziativa popolare, arrivando ad un modello istituzionale che, grazie alla legge elettorale Italicum, non tutelerà affatto le minoranze. Da qui si evince, dunque, l’intento del Governo di eliminare del tutto i nostri spazi e la nostra possibilità di contestare e creare alternative alle pratiche politiche sempre più escludenti. Riteniamo sia necessario costruire un’alternativa per dire NO alle pratiche sempre più escludenti e autoritarie della classe dirigente, che non punta a nient’altro che vederci silenti. Noi diciamo NO alla Riforma Costituzionale, diciamo NO alla riduzione dei pochi spazi di decisionalità popolare rimasti. Il nuovo disegno di legge non si ripercuoterà solamente sul piano nazionale, ma anche e soprattutto sul piano territoriale, distruggendo qualsiasi autonomia popolare.
Per questi motivi Officina Omnibus – Rete della Conoscenza Cava de’ Tirreni ha deciso di rivendicare quegli spazi quasi inesistenti nella città, di crearne altri che possano garantire la reale partecipazione di tutte e tutti allo sviluppo e al cambiamento locale. La campagna “Fateci Spazio” nasce, infatti, proprio da quest’esigenza, messa in risalto dalla minaccia della Riforma. Non sarà il potere esecutivo a darci potere, anzi, ancora una volta, ci strappa via dalle mani quel poco potere vittima di continue riduzioni, per questo noi rivendichiamo spazi, per non sentirci più abbandonati dallo Stato, per riconoscerci davvero cittadini, per non dover scappare di casa per continuare gli studi, per restare in città e cambiarla ascoltando le esigenze collettive. Vogliamo poter esprimere le nostre personalità, farle crescere, creare dibattiti, riuscendo così a cambiare gli assetti politici contemporanei, eliminando l’autoritarismo, dando spazio al nostro protagonismo. Vogliamo uno Spazio all’interno del quale far fiorire la nostra rabbia, dando vita ad una reale alternativa, possibile e pragmatica che coinvolga davvero la cittadinanza tutta e che dia spazio alla nostra sovranità popolare, minacciata dalla Renzi-Boschi. Vogliamo sentirci parte attiva delle decisioni politiche del nostro Paese. Vogliamo essere libere e liberi di creare un percorso che vada verso le nostre esigenze, non quelle europee mascherate da una falsa riduzione di costi e snellimento dell’iter legis. Siamo studentesse e studenti, abbiamo bisogno di esprimerci, abbiamo bisogno di riconquistare gli spazi quasi del tutto persi ed per è questo che il 4 Dicembre voteremo NO alla Riforma Costituzionale.
#fatecispazio
#decidiamoNOi
#studentiperilNO

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

related articles

logoretebianco La Rete della Conoscenza è il network nazionale dei soggetti in formazione. Vi aderiscono l'Unione degli Studenti e Link - Coordinamento Universitario.

CONTATTI

Privacy Policy