Per la sanità pubblica, dal Molise in presidio a Roma

0 Flares 0 Flares ×
Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

Domani il presidente della regione Molise Paolo di Laura Frattura presenterà al Mef il piano operativo di riordino della sanità molisana che dovrebbe risanare lo spaventoso debito sanitario della nostra regione. Un debito sanitario causato da anni di gestione clientelare della sanità a cui si risponde con la privatizzazione di un diritto fondamentale come quello alla salute. 

Gli interventi di maggior rilievo del piano sono: un ulteriore taglio dei posti letto disponibili, una gestione dei posti letto che ricadrà per il 40% sui privati quando la media nazionale è del 20%, lo spostamento dei reparti di cardiologia e oncologia del Cardarelli (ospedale pubblico) alla Cattolica (ospedale privato), lo stanziamento di fondi per la costruzione di una nuova ala per la stessa struttura privata. Alla riduzione dei posti letto segue anche una riduzione dei presidi ospedalieri sul territorio senza prevedere una adeguata alternativa. Infine si fa riferimento a una possibile integrazione tra Cattolica e Cardarelli fatta senza un’ adeguata analisi dei costi e dei benefici.

Il piano è stato fin da subito contestato dal Forum per la sanità pubblica, che raccoglie associazioni, sindacati, operatori del settore e singoli cittadini, in quanto va a togliere risorse e servizi disponibili alla collettività per metterli in mano agli interessi del capitale privato.

In più occasioni l’intera popolazione ha espressoforum sanità molise il proprio dissenso, in particolare durante la manifestazione del 18 maggio svoltasi a Campobasso che ha avuto una fortissima partecipazione. Nonostante ciò Frattura si è sempre sottratto a un confronto diretto con i molisani, tanto da tenere di notte la seduta del consiglio regionale, dopo averla più volte rimandata, che approvava la nuova legge sanitaria la quale avrebbe permesso l’attuazione del piano.

Quanto sta accadendo in Molise è in piena continuità con le politiche e le riforme portate avanti da Governo Renzi che con Jobs Act, Buona Scuola e Sblocca Italia punta allo smantellamento dei beni comuni e dei diritti garantiti dalla costituzione in nome del profitto e della produttività.

Per continuare a far sentire la voce dei cittadini il Forum per la sanità pubblica del Molise ha organizzato un presidio al Mef dove si svolgerà l’incontro tra rappresentanti del governo e il governatore della Regione.

Appuntamento alle 15.00 al MEF in via XX Settembre a Roma

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

related articles

logoretebianco La Rete della Conoscenza è il network nazionale dei soggetti in formazione. Vi aderiscono l'Unione degli Studenti e Link - Coordinamento Universitario.

CONTATTI

Privacy Policy