[Torino] Elezioni studentesche in Accademia Albertina

    0 Flares 0 Flares ×
    Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

     

    accademia

    Nelle giornate di lunedì 29 febbraio, martedì 1 marzo e mercoledì 2 marzo in Accademia Albertina si voterà per il rinnovo della Consulta Studentesca: si tratta di un appuntamento elettorale molto importante dal momento che negli ultimi anni in Accademia Albertina non vi è più stata alcuna rappresentanza studentesca e durante l’ultimo anno gli studenti hanno assistito in più occasioni, con diverse motivazioni, ad un rinvio di questa consultazione. In questi giorni quanti studiano in Accademia Albertina hanno finalmente la possibilità di esercitare il proprio diritto-dovere recandosi al seggio per scegliere i propri rappresentanti. Tuttavia il regolamento prevede che per la validità delle elezioni è necessaria la partecipazione al voto del 20% della popolazione studentesca: un quorum molto alto se si pensa al dato medio dell’affluenza nelle elezioni universitarie. Perchè queste elezioni non si concludano con un nulla di fatto, almeno 340 studenti devono pertanto andare a votare.

    Queste elezioni rappresentano il punto di svolta di un percorso avviato già negli scorsi mesi e sviluppato con l’apporto concreto di un gruppo di studenti – ormai noto in Accademia Albertina come “La Quasi Consulta” – che in assenza di una rappresentanza legalmente riconosciuta dai vertici dell’istituto si è fatto carico informalmente di portare avanti alcune battaglie di primaria importanza. Alcuni degli studenti di questo gruppo che finora hanno svolto il ruolo di “Quasi Rappresentanti” costituiscono oggi i principali candidati per le elezioni della Consulta Studentesca: si tratta di Silvia Brero, Angelica Moretti, Alessandra Villani ed Alberto Santamaria.

    Una delle vertenze più importanti che “La Quasi Consulta” ha seguito finora, anche insieme ai rappresentanti degli studenti in EDISU, ha riguardato l‘esenzione delle tasse per gli studenti borsisti, prevista dalla legge ma non garantita nei fatti in Accademia Albertina: a questa rivendicazione particolare che interessa circa 250 borsisti si è connessa una battaglia più generale per l’introduzione di un sistema di fasciazione della contribuzione studentesca che consenta a ciascuno studente di pagare le tasse in funzione della propria condizione economica.

    “La Quasi Consulta” ha ottenuto finora la convocazione di un tavolo di lavoro per affrontare su un piano tecnico questi problemi e già nella prima riunione sono giunte importanti aperture da parte dell’amministrazione sia in merito all’esenzione delle tasse per i borsisti sia circa la fasciazione della contribuzione studentesca a partire dal prossimo anno accademico: a seguito delle elezioni queste aperture si dovranno tradurre in misure concrete che dovranno essere approvate dal Consiglio di Amministrazione. Certamente non può essere sufficiente intervenire sul piano della tassazione per affrontare il problema della povertà di risorse che condiziona pesantemente il comparto AFAM per via dell’assoluta inadeguatezza dei trasferimenti statali. La battaglia per l’equità della tassazione in Accademia Albertina dovrà dunque proseguire in stretta connessione con la rivendicazione di un piano rifinanziamento da parte del MIUR di tutto il sistema delle Accademie di Belle Arti perchè il costo della formazione e gli oneri di qualsiasi intervento migliorativo, sia sul piano didattico sia nell’ambito delle infrastrutture e dei servizi non, ricadano più, come avviene oggi, quasi esclusivamente sugli studenti.

    Ovviamente il tema della contribuzione studentesca, che pure ricopre una posizione centrale, non è il solo ad essere stato oggetto delle attenzioni e delle iniziative degli studenti che in questi mesi hanno preso a mobilitarsi per migliorare il contesto in cui studiano. A questo link potete leggere una versione sintetica del programma che “La Quasi Consulta” ha elaborato per queste elezioni. In ogni caso l’esito positivo del percorso che finora è stato avviato dipende tutto dalla legittimazione che il gruppo di Quasi Rappresentanti che se ne è fatto carico in questi mesi potrà ottenere grazie al superamento del quorum nelle elezioni di oggi, domani e dopodomani: per questo è importante che tutti vadano a votare. Perché in Accademia Albertina possa esserci finalmente una rappresentanza forte serve innanzitutto una forte partecipazione!

    Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

    related articles

    logoretebianco La Rete della Conoscenza è il network nazionale dei soggetti in formazione. Vi aderiscono l'Unione degli Studenti e Link - Coordinamento Universitario.

    CONTATTI

    Privacy Policy