Giornata nazionale dell’Alta Formazione: ad Accademie e Conservatori servono più risorse e una strategia condivisa

    0 Flares 0 Flares ×
    Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

    afamprotestaOggi si tiene in tutta Italia la “Giornata nazionale dell’Alta Formazione”, che vede in piazza i Conservatori di tutta Italia per chiedere la piena attuazione della riforma prevista dalla legge 508/99. Anche la Rete della Conoscenza aderisce alla mobilitazione. La diretta della giornata si può seguire con l’hashtag #AFAMprotestaproposta.

    Dal 1999 ad oggi l’intero settore dell’alta formazione artistica e musicale è stato progressivamente messo ai margini del sistema formativo, non prevedendo adeguati investimenti pubblici né attuando completamente quella trasformazione strutturale delineata dalla riforma. Oggi a fare le spese di questo vero e proprio limbo sono innanzitutto gli studenti dei Conservatori e delle Accademie, che vedono il loro diritto allo studio sostanzialmente negato, una didattica sempre più dequalificata e regole poco chiare in materia di rappresentanza studentesca. Inoltre, sul sistema dell’alta formazione artistica e musicale incombe l’applicazione degli stessi criteri di valutazione della ricerca che in questi anni hanno devastato l’Università, con effetti prevedibilmente ancora più deleteri di quelli che si sono verificati negli Atenei.

    E’ urgente che il Governo preveda un piano di reclutamento con lo stanziamento delle risorse necessarie e che tutte le parti della comunità accademica siano realmente coinvolte nel processo di attuazione della riforma del ’99. I Conservatori e le Accademie devono fare a pieno titolo parte del terzo livello della formazione, al pari delle Università e degli Istituti Tecnici Superiori. La formazione artistica e musicale, in particolare in un Paese come l’Italia, contribuisce all’innalzamento diffuso delle competenze nella società e può costituire una risorsa per lo sviluppo economico. Questo a patto che sulla formazione in generale e su quella musicale e artistica in particolare si attui un ragionamento strategico e condiviso: cosa che fino ad ora il Governo non è stato disposto a fare.

    Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

    related articles

    logoretebianco La Rete della Conoscenza è il network nazionale dei soggetti in formazione. Vi aderiscono l'Unione degli Studenti e Link - Coordinamento Universitario.

    CONTATTI

    Privacy Policy