Summer school 2015: L’economia com’è e come può cambiare

33 Flares 33 Flares ×
Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

logo_economia_urbino

Si svolgerà a Urbino dal 7 all’11 settembre la seconda edizione della Summer school “L’economia com’è, e come può cambiare”, promossa dal Dipartimento di Economia, Società e Politica (DESP) dell’Università di Urbino in collaborazione con la campagna Sbilanciamoci!
Dopo il successo dello scorso anno (127 partecipanti), la scuola estiva torna ad offrire una formazione di base sui temi dell’economia e delle politiche economiche e sociali.
Il 2015 è l’anno del Jobs Act italiano, ma è anche l’anno che rischia di sancire il definitivo fallimento dell’Europa, incapace di far fronte alla crisi economica internazionale in corso ormai da otto anni, con politiche adeguate, giuste e sostenibili sul piano sociale.
Mai come oggi i nodi irrisolti dell’Europa e dell’euro, del dominio della finanza, della mancanza di un progetto di sviluppo comune fondato sul rispetto dei diritti, dell’ambiente e sulla giustizia sociale, rischiano di degenerare in una crisi democratica senza precedenti.
L’approfondimento delle conoscenze del sistema economico e sociale italiano ed europeo sono indispensabili per analizzare con un approccio critico e in dettaglio gli elementi costituivi della crisi attuale e le possibili prospettive di cambiamento.
Economia reale e sistema finanziario, sistemi produttivi, mercato del lavoro, politiche di welfare, distribuzione del reddito e analisi delle disuguaglianze saranno dunque i temi al centro delle cinque giornate di lavoro che alterneranno lezioni frontali a gruppi di lavoro tematici. Sullo sfondo la crisi della democrazia e della rappresentanza in Italia e in Europa, alla quale sarà dedicata la relazione di apertura.

SCARICA IL PROGRAMMA

TUTTE LE INFO

Obiettivi formativi

La Scuola estiva “L’economia com’è, e come può cambiare”, è promossa dal Dipartimento di Economia, Società e Politica (DESP) dell’Università di Urbino in collaborazione con Sbilanciamoci!, la campagna per le alternative economiche di cui fanno parte 50 associazioni ambientaliste, della solidarietà e dei diritti. Scopo della Scuola estiva “L’economia come è, e come può cambiare” è di offrire una formazione di base sui temi dell’economia e delle politiche economiche e sociali. La Scuola approfondisce le conoscenze sul sistema economico in Italia e in Europa, il welfare, il mercato del lavoro, la globalizzazione e l’attuale modello di sviluppo italiano e internazionale, offrendo spunti di riflessione sulle politiche e i cambiamenti che possono essere realizzati. Tra i temi affrontati dalla Scuola estiva ci saranno l’attuale crisi internazionale, i nodi dell’Europa e dell’euro, l’economia reale e la finanza, i processi innovativi e le strutture produttive, il mercato del lavoro, la disoccupazione e la precarietà, il welfare, la distribuzione del reddito e le disuguaglianze. Obiettivo della Scuola è di riflettere in chiave critica sull’attuale quadro economico nazionale e internazionale, approfondendo le caratteristiche dei modelli economici esistenti, esaminando i problemi della crisi attuale e le prospettive di un nuovo modello di sviluppo sostenibile dal punto di vista ambientale, ad alto contenuto di conoscenza, ad alta intensità di occupazione, capace di assicurare l’integrazione sociale. La Scuola estiva fornirà i concetti essenziali per capire i fenomeni economici, presentare gli strumenti di analisi dei processi in corso, organizzando gruppi di lavoro per la discussione sulle alternative di politica economica.

Prospettive occupazionali

La Scuola estiva è rivolta a giovani, studenti di tutte le facoltà, neolaureati, dottorandi e giovani studiosi, persone attive nelle associazioni, nel terzo settore e nella cooperazione, nei movimenti, nel sindacato, operatori sociali, della pubblica amministrazione, di enti locali e imprese.

Struttura didattica del corso

La Scuola è articolata su cinque giornate didattiche, con inizio il lunedì pomeriggio del 7 settembre e termine nella giornata di venerdì 11. Ogni giornata è articolata in due parti. La mattina i docenti svolgeranno la lezione frontale a cui prendono parte tutti i partecipanti al corso. Sarà presentata una relazione articolata sul tema della giornata con l’ausilio di slide, fonti di dati, letture e con la partecipazione attiva degli studenti. Nel pomeriggio saranno tenuti due seminari di approfondimento tematico. Sraà possibile organizzare gruppi di lavoro per discutere i materiali forniti dai docenti e per sviluppare elaborazioni comuni. I materiali didattici della mattina e del pomeriggio saranno disponibili sul sito web della Scuola estiva.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

related articles

logoretebianco La Rete della Conoscenza è il network nazionale dei soggetti in formazione. Vi aderiscono l'Unione degli Studenti e Link - Coordinamento Universitario.

CONTATTI

Privacy Policy