Al via l’Onda Pride: nessuno escluso! Gli studenti in piazza contro ogni forma di discriminazione

    0 Flares 0 Flares ×
    Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

    Nessuno Escluso- Sportello LGBTQI

    Sabato si è aperta l’Onda Pride con i cortei regionali di Benevento, Verona e Pavia. Tanta partecipazione, contenuti ed entusiasmo, risultati di percorsi costruiti da reti di svariatissime realtà e soggetti che per i prossimi mesi attraverserà dal nord al sud il Paese.

    Aderiamo convinti come studentesse e studenti all’Onda Pride, eravamo in piazza a Benevento e non solo il 6 Giugno e da lì abbiamo lanciato un messaggio chiaro: non è che l’inizio non soltanto perchè continueremo a sfilare a partire dal Pride romano del 13 Giugno e per tutti i prossimi mesi ma anche perchè crediamo che la lotta per l’affermazione del diritto di tutt* ad essere e ad amare liberamente sia prioritaria e cruciale, ora più che mai. Il punto di vista di chi come noi vive quotidianamente le contraddizioni che dentro la scuola e l’università pubblica si producono, vedendo le discriminazioni di genere e legate all’orientamento sessuale essere il pane quotidiano sia per chi sta dietro che davanti alla cattedra, ci spingono ad essere in prima linea in una battaglia che crediamo sia di civiltà per l’Italia e l’Europa.

    Abbiamo costruito in questi mesi iniziative di dibattito dentro i luoghi dell’istruzione e nelle città, abbiamo contestato fermamente durante l’anno manifestazioni e dichiarazioni democraticamente, oltre che umanamente, inaccettabili da parte di noti gruppi di stampo ultracattolico, bigotto, neofascista e oscurantista, come le Sentinelle in Piedi, i Giuristi per la Vita, Forza Nuova, la Lega Nord e personaggi illustri provenienti da quegli ambienti, come Bagnasco, Adinolfi o Maroni.Non ci stancheremo mai di ribadire che un sistema realmente democratico non può essere tollerante con gli intolleranti: nelle nostre città e nella nostra democrazia non crediamo possa esserci legittimità alcuna per chi millanta valori tradizionali o presunti naturali per opprimere e discriminare chi è semplicemente diverso da sè, per chi fa dei sit in per pregare “contro la perversione delle persone dei Pride”, per chi con linguaggi e pratiche neofasciste promuove il rogo di libri “omosessualisti” o presidia intimidatoriamente una scuola per aver inserito l’educazione alle differenze nei programmi di Letteratura.

    Consideriamo grave ed inaccettabile il silenzio con cui le istituzioni e la politica tutta hanno lasciato che queste manifestazioni prendessero piede: non bastano iniziative di facciata come la “Gay street per il turismo omosessuale” all’Expo di Milano o le consultazioni online contro la violenza di genere, servono politiche concrete di giustizia sociale, inclusione e trasformazione culturale.Riteniamo particolarmente grave il disimpegno da parte del Ministero della Pubblica Istruzione, che non solo continua a non voler elaborare un piano ministeriale serio di educazione sessuale ma diserta anche gli appuntamenti e gli impegni presi a livello europeo per  la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere. Siamo stanchi degli slogan e dei proclami, l’omotransfobia è un fenomeno che va combattuto con concretezza senza se e senza ma!

    Lanciamo a partire da queste settimane di mobilitazione, lo sportello “Nessuno Escluso”, punto di riferimento, supporto e condivisione per tutti gli studenti sulle tematiche LGBTQI. Nelle aule le discriminazioni avvengono tra i compagni di classe, di corso, per opera dei prof ma anche dei libri di testo, dell’impianto didattico che ereditiamo: non è più tempo di rimanere in silenzio. Invitiamo e ci impegniamo tramite questo strumento a denunciare ed attivarci perchè la sensibilizzazione contro ogni forma di discriminazione si radichi in tutta la società a partire da luoghi nevralgici come le scuole e le università.

    QUI il link alla pagina facebook dello sportello “Nessuno Escluso”

    Informati, contattaci, partecipa!

    Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

    related articles

    logoretebianco La Rete della Conoscenza è il network nazionale dei soggetti in formazione. Vi aderiscono l'Unione degli Studenti e Link - Coordinamento Universitario.

    CONTATTI

    Privacy Policy