25 aprile: tanti volti, una sola storia, la nostra

    0 Flares 0 Flares ×
    Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone

    Tanti volti, tante storie che si intrecciano e contribuiscono a costruire una sola storia: la nostra. Migliaia di vite ed episodi spesso non opportunamente conosciuti, non diffusi, chiusi in cassetti e in fotografie sbiadite di tanto tempo fa.

    Le nostre città, mattone per mattone, casa per casa, strada per strada, hanno una storia da raccontare, la storia di una battaglia campale. Vinta.

    Il 25 aprile festeggeremo nelle piazze il 67° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo, data fondamentale nel processo democratico che ha condotto il nostro Paese verso la democrazia e una delle Costituzioni più avanzate d’Europa. Sarà una festa in ricordo di tutti coloro i quali hanno contribuito a quella Liberazione, che ne hanno portato il bagaglio culturale con sè, che ancora oggi rappresentano l’unica testimonianza diretta rimastaci di quel momento della nostra storia collettiva, da salvaguardare, raccogliere, ricomporre e diffondere.

    In quegli anni bui, quando il Re scappava a Brindisi e i Tedeschi invadevano il nostro territorio, lasciandosi dietro una scia di violenza e barbarie, coraggiosa fu la scelta di centinaia di migliaia di italiani di liberare il nostro Stato. Tra di loro, tantissimi gli studenti che, abbandonati i libri, decisero di immolarsi alla causa della Libertà. E’ anche per questo che la Rete della Conoscenza, che si propone di difendere i diritti dei soggetti in formazione, guarda con orgoglio a quei momenti, a quelle storie, a quei giovani che, purtroppo, spesso non riuscirono più a concludere il loro percorso formativo, uccisi dalla feroce idiozia della guerra.

    E’ a queste storie che noi vogliamo dare nomi e volti, rendendole pubbliche, diffondendole e facendole conoscere. Per questo motivo il 25 aprile rappresenterà l’inizio della nostra campagna sulla memoria storica. Nelle scuole dobbiamo conoscere le persone che hanno contribuito a difendere le nostre città, rispolverare gli archivi dimenticati dove si narra di giovani come noi, studenti e studentesse, che incontrarono nel corso della loro vita tragici eventi a cui opporre ferme decisioni. In questo percorso, fondamentale sarà collaborare con chi detiene quel nostro importantissimo bagaglio culturale di memoria storica a cui molto dobbiamo, ovvero l’A.N.P.I.

    Il 25 aprile sarà una festa, alla quale parteciperemo in tanti e in tante città con la volontà di intraprendere quel percorso che 67 anni fa venne tracciato. E che ancora non si è esauirto.

    Contro ogni forma di razzismo, xenofobia, omofobia e sessismo.

    Contro ogni forma di neofascismo.

    Resistenza: è sempre ora!


    Scarica il volantino, imposta questa immagine come foto di copertina su facebook

     

    LE INIZIATIVE CITTA’ PER CITTA’

    • Padova: conversazione sui valori dell’antifascismo tra ieri e oggi, Palazzo Bo, martedì 24 ore 18
    • Salerno: censimento e cancellazione delle scritte fasciste
    • Isernia: manifestazione commemorativa (ore 11.30) e creative art antifascista (ore 17)
    • Campobasso: critical mass, ore 10
    • Bari: ore 10 “nel dubbio pitta”, cancellazione delle scritte fasciste dai muri della città; ore 16 banchetti informativi e mostra fotografica in strada; ore 18 presentazione del libro ‘Fascisti ripuliti’ @ZonaFranka
    • Siena: corteo ANPI ore 15.45
    • Nardò: commemorazione ore 18
    • Montebelluna: Giornate Resistenti 2012 X Edizione
    • Torino: fiaccolata resistente, martedì 24 ore 20.30 Piazza Arbarello
    • Milano: manifestazione unitaria ore 14
    Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Google+0Email to someone
    logoretebianco La Rete della Conoscenza è il network nazionale dei soggetti in formazione. Vi aderiscono l'Unione degli Studenti e Link - Coordinamento Universitario.

    CONTATTI

    Privacy Policy